Condividi

 

Giobbe 28

Questo capitolo in altre versioni bibliche:
La Bibbia Riveduta,  Giovanni Diodati,  Vulgate (Latino),  King James(Inglese),  

o semplicemente premere il tasto "Scegli la traduzione" per visualizzare le diverse versioni in parallelo.
VersoNuova Riveduta 1994
1«Ha una miniera l'argento, e l'oro un luogo dove lo si affina.
2Il ferro si cava dal suolo, e la pietra fusa dà il rame.
3L'uomo ha posto fine alle tenebre, egli esplora i più profondi recessi, per trovare le pietre che sono nel buio, nell'ombra di morte.
4Scava un pozzo lontano dall'abitato; il piede più non serve a quelli che vi lavorano; sono sospesi, oscillano lontano dai mortali.
5Dalla terra esce il pane, ma, nelle sue viscere, è sconvolta come dal fuoco.
6Le sue rocce sono la sede dello zaffiro, e vi si trova la polvere d'oro.
7L'uccello rapace non conosce il sentiero che vi conduce, né l'ha mai scorto l'occhio del falco.
8Le fiere superbe non vi hanno messo piede, il leone non c'è passato mai.
9L'uomo stende la mano sul granito, rovescia dalle radici le montagne.
10Pratica trafori dentro le rocce, e l'occhio suo scorge quanto c'è di prezioso.
11Frena le acque perché non gemano e le cose nascoste trae fuori alla luce.
12Ma la saggezza, dove trovarla? Dov'è il luogo dell'intelligenza?
13L'uomo non ne sa la via, non la si trova sulla terra dei viventi.
14L'abisso dice: "Non è in me"; il mare dice: "Non sta da me".
15Non la si ottiene in cambio d'oro, né la si compra a peso d'argento.
16Non la si acquista con l'oro di Ofir, con l'ònice prezioso e con lo zaffiro.
17L'oro e il vetro non reggono al suo confronto, non la si dà in cambio di vasi d'oro fino.
18Non si parli di corallo, di cristallo; la saggezza vale più delle perle.
19Il topazio d'Etiopia non può starle a confronto, l'oro puro non ne controbilancia il valore.
20Da dove viene dunque la saggezza? Dov'è il luogo dell'intelligenza?
21Essa è nascosta agli occhi di ogni vivente, è celata agli uccelli del cielo.
22L'abisso e la morte dicono: "Ne abbiamo avuto qualche sentore".
23Dio solo conosce la via che vi conduce, egli solo sa il luogo dove risiede,
24perché il suo sguardo giunge fino alle estremità della terra, perch'egli vede tutto quello che è sotto i cieli.
25Quando regolò il peso del vento e fissò la misura delle acque,
26quando diede una legge alla pioggia e tracciò la strada al lampo dei tuoni,
27allora la vide e la rivelò, la stabilì e anche l'investigò.
28E disse all'uomo: "Ecco, temere il Signore, questa è saggezza, fuggire il male è intelligenza"».







Informazioni sul Copyright