Condividi

 

Salmi 137

Questo capitolo in altre versioni bibliche:
La Bibbia Riveduta,  Giovanni Diodati,  Vulgate (Latino),  King James(Inglese),  

o semplicemente premere il tasto "Scegli la traduzione" per visualizzare le diverse versioni in parallelo.
VersoNuova Riveduta 1994
1Là, presso i fiumi di Babilonia, sedevamo e piangevamo ricordandoci di Sion.
2Ai salici delle sponde avevamo appeso le nostre cetre.
3Là ci chiedevano delle canzoni quelli che ci avevano deportati, dei canti di gioia quelli che ci opprimevano, dicendo: «Cantateci canzoni di Sion!»
4Come potremmo cantare i canti del SIGNORE in terra straniera?
5Se ti dimentico, Gerusalemme, si paralizzi la mia destra;
6resti la mia lingua attaccata al palato, se io non mi ricordo di te, se non metto Gerusalemme al di sopra di ogni mia gioia.
7Ricòrdati, SIGNORE, dei figli di Edom, che nel giorno di Gerusalemme dicevano: «Spianatela, spianatela, fin dalle fondamenta!»
8Figlia di Babilonia, che devi essere distrutta, beato chi ti darà la retribuzione del male che ci hai fatto!
9Beato chi afferrerà i tuoi bambini e li sbatterà contro la roccia!







Informazioni sul Copyright